A Sogliano richiedenti asilo e studenti insieme per parlare di “viaggio” e “multiculturalità”

In occasione della “Giornata mondiale della tolleranza”, istituita dall’Unesco per il giorno 16 novembre, i beneficiari del progetto Sprar di Sogliano Cavour, gestito da Arci Lecce, incontrano gli studenti della scuola secondaria di primo grado “G. Palamà” di Sogliano nell’ambito dell’iniziativa “Il viaggio. Un percorso verso l’educazione interculturale”.

La giornata nasce come un’occasione d’incontro e scambio interculturale per affrontare il tema del viaggio, non solo inteso come vacanza, lavoro o divertimento, ma anche come via di fuga dalla guerra e come opportunità per un futuro migliore.

I ragazzi richiedenti asilo, tramite l’utilizzo delle cartine geografiche, aiuteranno gli studenti a comprendere i percorsi intrapresi, i tanti ostacoli superati per arrivare nel nostro Paese. L’iniziativa non è solo un’occasione per conoscere le tratte del viaggio, ma per affrontare le storie personali, per conoscere cosa hanno portato con sé i ragazzi durante il viaggio, quali sensazioni hanno provato, quali difficoltà e aspettative.

Un incontro in cui si intrecciano le storie, dove attraverso il concetto di viaggio e di multiculturalità si lascia libero spazio a riflessioni e considerazioni. E proprio la mescolanza fra le storie emerse, diventerà il filo conduttore del laboratorio finale in cui gli studenti della scuola secondaria saranno coinvolti in un laboratorio di intreccio della canna e dell’ulivo secondo la tradizione salentina, condotto proprio dai ragazzi richiedenti asilo ospiti del progetto Sprar. I manufatti creati dai beneficiari diventano così portatori di un messaggio d’accoglienza, simbolo di momenti di incontro e condivisione con persone di tutto il mondo.

X