FRA NOI 2

PROGETTO: FRA NOI 2

Finanziato da FAMI-Fondo Asilo Migrazione e Integrazione-Ministero dell’Interno 

Destinatari: Titolari di Protezione Internazionale che abbiano portato a termine, da non oltre 18 mesi, percorsi di accoglienza presso progetti SPRAR/SIPROIMI/CAS ed altri circuiti di accoglienza (in particolare Corridoi Umanitari) 

Obiettivo Specifico: Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza  Realizzazione di percorsi individuali per l’autonomia socio-economica di titolari di protezione internazionale

Obiettivo Generale: 

Contribuire alla costruzione ed all’implementazione del sistema nazionale di promozione dell’autonomia dei titolari di Protezione Internazionale (TPI), a partire dai risultati, dalle conclusioni e dalle prassi metodologiche frutto della prima edizione del progetto.

Promuovere e sostenere la sinergia tra il sistema dell’accoglienza e il sistema dei servizi sociali, sanitari, per il lavoro, per la casa, per la formazione.

Ripensare le prassi di lavoro e di collaborazione, perché il modello diventi parte integrante delle strutture di accoglienza nei processi di autonomia, in un processo virtuoso di coordinamento e collaborazione pubblicp-privato-sociale-mondo aziendale.

Ri-condividere il significato di “autonomia” e delle categorie concettuali abitualmente ad esso collegate, a partire dalle conclusioni della prima edizione.

Azioni dell’Obiettivo Specifico:
Il Progetto mira a promuovere l’autonomia dei TPI, attraverso percorsi individuali di inserimento socio economico e di empowerment differenziato per il sistema e le persone, con un attenzione particolare all’attivazione tempestiva delle politiche locali ordinarie per la casa, il lavoro , l’istruzione , l’assistenza sociale, la salute.

Contribuire a favorire la collaborazione nei diversi contesti locali e a livello nazionale tra il sistema dell’accoglienza, quello delle politiche di welfare e dei servizi e il mondo del lavoro, sollecitando accordi trasversali di governance politica, individuazione condivisa di strategie e accordi di rete, coordinamenti strategici e operativi tra i diversi stakeholders territoriali e nazionali.

Sensibilizzare le comunità locali in processi partecipati per elaborare in modo condiviso e agire strategie di contrasto alla discriminazione e dunque promuovere l’autonomia e l’inclusione attiva dei TPI.

Attività:

-WP1 PERCORSI DI AUTONOMIA SOCIALE.

 Interventi individuali/progetti personalizzati relativi all’autonomia bitativa , l’inserimento lavorativo, l’accoglienza in famiglia attraverso azioni innovative che creino un ecosistema multidimensionale locale e transregionale per l’inclusione dei TPI;

Attivazione di punti di contatto territoriale;

Studio di fattibilità per la sperimentazione di un sistema di voucher sociale/moneta solidale;


Supporto inserimento abitativo;

Supporto all’inserimento lavorativo;

Supporto all’inserimento socio-culturale;

-WP2 CREAZIONE DI UN ECOSISTEMA LOCALE E TRANSREGIONALE PER L’INCLUSIONE DI TPI.

Attivazione di un tavolo di sistema;

Definizione di accordi di rete con skateholders locali pubblici e privati attivi a livello regionale e nazionale e coordinamenti operativi;

Studio/sperimentazione di buone prassi in uso già in altri paesi, di sponsorship/microcredito/garanzie e assicurazioni e garanzia comunitaria;

Ideazione e realizzazione di percorsi congiunti con aziende partner;

Formazione specifica per intermediari immobiliari in partnership con gli operatori del settore o le associazioni di categoria;

Messa a sistema a livello nazionale dello strumento dell’Accoglienza in famiglia e delle connessioni con il modello di cohousing;

Comunicazione e sensibilizzazione sulle tematiche dell’integrazione;

Aggiornamento piattaforma FRA NOI;

-WP3 MONITORAGGIO E VALUTAZIONE PROGETTUALE

RISULTATI ATTESI:

Il Progetto vuole rispondere ai bisogni dei TPI in 13 regioni su tutto il territorio nazionale e nelle 2 principali città metropolitane, auspicando i seguenti risultati:

-Realizzazione di un modello multidimensionale, personalizzato e integrato per migliorare l’inserimento socio-economico e di empowerment differenziato per TPI e il sistema complessivo costituito dal meccanismo dell’accoglienza , quello delle politiche di welfare e il modno del lavoro;

-Attivazione numericamente più consistente delle politiche ordinarie di welfare per la casa, il lavoro, l’istruzione, l’assistenza sociale , la salute per i TPI ;

-Rafforzamento delle reti territoriali e definizione di accordi trasversali di governance politica e accordi operativi di rete tra i diversi stakeholders territoriali e nazionali del settore pubblico, del privato sociale e del mondo aziendale;

-Maggiore sensibilizzazione delle comunità locali e partecipazione a processi partecipati di contrasto alla discriminazione;