Kascignana Music Fest: l’11 agosto la seconda edizione. Gran finale con il concerto de Lo Stato Sociale

Arci Lecce, in collaborazione con il comune di Castrignano De’ Greci (Le), presentano la seconda edizione del “Kascignana Music Fest”. Una serata ricca di spunti e riflessioni per celebrare l’incontro fra diverse culture, sensibilizzare il territorio contro la politica del respingimento, dell’egoismo, della negazione dei diritti, che si concluderà con il concerto gratuito de Lo Stato Sociale

Ad aprire la manifestazione, una serie di attività complementari come laboratori per bambini, mostre dei lavori artigianali fatti dagli ospiti dei progetti di accoglienza, video di attività di interazione culturale.

Si inizia alle 17.00 nell’area del Parco Pozzelle di Castrignano de’ Greci con i laboratori di trampoli, giocoleria, ceramica, storytelling e giochi di squadra in collaborazione con l’associazione sportiva Body Run, operatori Arci Lecce, ragazze e ragazzi richiedenti asilo ospiti nei progetti Sprar.

A partire dalle 19.00, presso i Giardini Unicef “Aylan Kurdi” – parco dedicato al bambino siriano di tre anni, di etnia curda siriana, divenuto un simbolo della crisi europea dei migranti dopo la sua morte per annegamento – spazio ai video realizzati all’interno dei progetti di accoglienza nell’ambito delle iniziative di interazione culturale. In proiezione, l’intervista-doppia realizzata in collaborazione con il Centro anziani di Castrignano de’ Greci e gli ospiti del progetto Spar, il video-racconto del regista Giuseppe Pezzulla sui laboratori di street art e djset realizzati a Galatina.

Sarà il coro Made in World, composto da richiedenti asilo e rifugiati ospiti nei progetti di accoglienza integrata gestiti da Arci Lecce e diretti da maestro Ettore Romano, ad aprire l’atteso concerto de Lo Stato Sociale e il loro “Una vita in vacanza tour”.

Dopo il successo sanremese, Albi, Bebo, Carota, Checco e Lodo tornano a fare quello per cui si sono distinti negli anni: esibirsi di fronte al proprio pubblico portando sul palco ogni volta qualcosa di completamente inaspettato.

Appuntamento presso i Giardini Unicef “Aylan Kurdi” per un viaggio a spasso per il tempo dalle origini fino all’ultimo album “Primati”, ripercorrendo i più grandi successi del collettivo bolognese.

Sei matti che alzeranno ancora una volta l’asticella, per organizzare il limbo collettivo più grande d’Italia. Sei perché i cinque “regaz”, per fare ancora più casino, hanno coinvolto alla chitarra ed ai cori Giacomo Gelati, già voce e chitarra delle Altre Di B.

E poi, grazie ai contenuti video creati da fuoriclasse come Alex Hagen, Riccardo Antonino, Cosimo Bruzzese, Davide Spina e Matteo Bombarda sarà come andare al cinema. Sarà un vero e proprio spettacolo: due ore di coriandoli, palloni, ritornelli, lacrime e risate.

Per l’intera durata della manifestazione saranno esposti i lavori artigianali realizzati dai ragazzi richiedenti asilo nell’ambito dei laboratori artistici all’interno dei progetti di accoglienza di Arci Lecce.

X