Seguiteci anche sui nostri canali social.

1957 - 2017 da sessantanni sempre aperti

Centri di Accoglienza Straordinaria

squadra calcio Salve Maglietta Arci

Arci Lecce, su incarico della Prefettura di Lecce gestisce l'accoglienza di richiedenti protezione internazionale in varie strutture abitative in provincia di Lecce.  L'accoglienza è temporanea e dura fino a poco dopo la notifica della risposta della Commissione Territoriale per il Riconoscimento dello Status di Rifugiato di Lecce.

L’obiettivo, nello spazio temporale compreso tra l’arrivo sul suolo nazionale e il passaggio alla rete Sprar di seconda accoglienza, è rispondere alle necessità di assistenza, accoglienza e sostegno ai soggetti immigrati vittime di violenza o persecuzione. Per raggiungerlo, gli operatori inseriscono la persona in un intervento integrato che prevede la fornitura di servizi di prima necessità e di prima integrazione con il contesto italiano. A tal fine il progetto si compone di attività realizzate su diversi step.

spiaggiaripulitura

Le attività di primo contatto sono costituite da un colloquio esplicativo e conoscitivo per  illustrare le finalità e le regole comportamentali del programma di accoglienza di cui è ospite. La firma del registro d’ingresso, il regolamento interno e la dichiarazione di autorizzazione al trattamento dei dati personali, identificativi, sensibili e giudiziari. La consegna dell’ opuscolo con le regole di pronto intervento e le basilari norme igieniche. La comunicazione dei numeri da chiamare in caso di emergenza, oltre a quelli degli operatori del Progetto.

Successivamente ai richiedenti viene fornita accoglienza abitativa. Qui è garantito loro il vitto e l’alloggio durante il percorso di accoglienza, inserimento e sostegno previsto dal progetto. La terza fase prevede un’attività di accoglienza, sostegno e protezione. Viene fornito loro un servizio di consulenza psicologica , atto a sostenere il percorso di inserimento e l’elaborazione dei traumi precedenti; è prevista, inoltre, la presenza di un mediatore interculturale e di un interprete che garantiscano la possibilità di comunicare  con gli operatori. Inoltre questa fase prevede, per il  cittadino straniero, anche un  percorso di accompagnamento ed inserimento socio culturale anche attraverso il corso di alfabetizzazione di Lingua e cultura Italiana.

Cors muro a secco

Al fine di ottenere una reale integrazione del cittadino straniero, il progetto si prefigge l’obiettivo di avviare lo stesso ad un percorso di formazione professionalizzante, con la compilazione del libretto delle competenze, contenente la storia di vita del migrante, la presenza di titoli di studio conseguiti nel paese di partenza, i mestieri svolti prima della fuga. L’ultima fase del progetto prevede attività mirate all'inserimento socio-lavorativo degli immigrati, con la collaborazione di professionisti esperti.

Squadra CAlcio 2

  • Letto 5074 volte
Torna in alto

Arci Lecce su Facebook

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE, ti inforrmiamo che il nostro sito utilizza cookies. Per maggiori informazioni sui cookies e su come cancellarli, guarda la nostra cookies policy.

  Accetto cookies da questo sito.