Solidarietà dell’Arci alle vittime dell’aggressione fascista compiuta venerdì sera a Bari

Solidarietà dell’Arci alle vittime dell’aggressione fascista compiuta venerdì sera a Bari

Uniti per una città libera, plurale e antifascista

La vergognosa e gravissima aggressione compiuta ieri sera a Bari da una ‘squadraccia’ neofascista ai danni di un gruppo cittadini di ritorno dalla manifestazione antirazzista “Mai con Salvini” non nasce per caso, ma è il frutto del clima pesante di violenza e intolleranza che un piccolo gruppo estremista sta provando a imporre nei quartieri più problematici della città, strumentalizzando lo stato di difficoltà di tante famiglie e traendo forza e legittimazione dalle politiche irresponsabili di questo Governo.

L’Arci esprime solidarietà e vicinanza alle vittime di questa aggressione squadrista, chiede alle forze dell’ordine la massima fermezza nel bloccare sul nascere focolai di violenza neofascista e invita la comunità democratica della città di Benedetto Petrone a unirsi per difendere l’identità libera e plurale di una comunità accogliente, aperta alle differenze e alle diversità, che ripudia il fascismo.

La Presidente Nazionale Francesca Chiavacci

Il Presidente di ARCI Puglia, Davide Giove,

Il Presidente di ARCI Bari, Luca Basso

22 settembre 2018

X