A CAPRARICA “CORTI IN TAVOLA”: IL 14 LUGLIO INTEGRAZIONE CULINARIA, “OPA CUPA” E “MADE IN WORLD”

Tutto ciò che di buono e bello offre il nostro territorio, le sue tradizioni e le sue radici culturali più interessanti. Con questo spirito ritorna la manifestazione “Corti in tavola”, un viaggio tra luoghi simbolo del patrimonio culturale di Caprarica e le tradizioni gastronomiche tipiche del paese. Una due giorni, il 14 e il 15 luglio, che si apre alla bellezza dell’integrazione dell’accoglienza.

Protagonisti della terza edizione, insieme ai produttori e ristoratori di Caprarica, i richiedenti asilo ospiti nello Sprar gestito da Arci Lecce che prenderanno parte ai laboratori gastronomici in programma nelle corti del paese, dove la tradizione culinaria salentina incontrerà la cucina multietnica. Saranno inoltre esposti i lavori artigianali realizzati dai ragazzi richiedenti asilo durante i laboratori artistici all’interno dei progetti Sprar di Arci Lecce, arricchiti dai prodotti dell’agricoltura sociale di Arci e Libera Terra, all’interno delle antiche corti del paese.

Una manifestazione che mette al centro l’integrazione, l’accoglienza e la rinascita del territorio. La rassegna, organizzata dall’amministrazione comunale, quest’anno sarà promossa in collaborazione con Arci Lecce nell’ambito delle celebrazioni della “Giornata mondiale del rifugiato”.

L’associazione Blablabla coinvolgerà i bambini con il laboratorio “Arte Migrante – L’immigrazione spiegata ai bambini”, in programma dalle 19.00 in Piazza Vittoria. Per trasmettere con immediatezza e senza retorica i messaggi legati all’integrazione, i laboratori offriranno una serie di strumenti che possono essere utili anche a qualsiasi genitore che voglia affrontare con i propri figli queste tematiche così delicate.

Tra le tante attività in programma sabato 14 luglio, a partire dalle 21.00, l’esibizione del coro Made in World, composto da richiedenti asilo e rifugiati ospiti nei progetti di accoglienza integrata gestiti da Arci Lecce e diretti da maestro Ettore Romano, e il concerto degli Opa Cupa con il trombettista Cesare Dell’Anna.

Gli Opa Cupa chiuderanno il primo giorno di “Corti in Tavola”, con il loro repertorio musicale che unisce Balcani, le melodie jazz e le sonorità tipiche del Sud Italia. Opa Cupa è la musica che si affaccia al Mediterraneo, è quello che si trova sulle spiagge del Salento d’inverno, è il mare che separa la nostra terra da quelle che si affacciano sull’altra sponda, è la disperazione che affronta traversate della speranza, sono i corpi persi nello stesso mare che d’estate accoglie e rinfresca.

Nella loro musica la confluenza di popoli diversi si trasforma nella sincera espressione di una cultura regionale colorita e unica, dove sonorità balcaniche, mediterranee e mediorientali si fondono a quelle bandistiche tipiche della tradizione musicale del Sud Italia per dar vita a un florilegio di ritmi afro-balcan-jazz davvero travolgenti, originali e ricchi di sfumature.

L’esplosiva band, diretta dal maestro Cesare Dell’Anna, porterà sul palco tutta l’energia del “Baluardo Live Tour”, che prende il nome dall’omonimo album, il quarto realizzato dal gruppo salentino.

INFO EVENTO – clicca qui

X