Il 10 maggio “No Rogo” a Lecce, tra favole, poesie e incursioni jazz

Arci Lecce organizza l’incontro “Favole e poesia: variazioni sul tema della libertà” per ricordare l’orribile rogo del 10 maggio 1933, quando i nazisti diedero fuoco ai libri sgraditi al regime e per riportare al centro del dibattito pubblico il ruolo fondamentale e imprescindibile della lettura, a partire dalla tenera età. Appuntamento giovedì 10 maggio, alle 19, presso il circolo Arci La Nuova Ferramenta di Lecce.

Un’altra giornata di “straordinaria lettura” nell’ambito delle iniziative “No Rogo” promosse da Arci e in occasione del “Maggio dei libri”, campagna del Centro per la promozione del libro e della lettura del Ministero dei Beni e delle attività culturali.

La book blogger Paola Bisconti, ideatrice di “Sulle strade dei libri”, e Francesca Russo, attrice ed educatrice teatrale, accompagnate dai ragazzi richiedenti asilo del progetto Cas di Lecce, coinvolgeranno il pubblico in un viaggio tra suoni e parole nella cosiddetta letteratura nera, facendo incursioni poetiche legate al jazz, sintesi di creatività e libertà di espressione, e nelle favole della tradizione culturale africana. Introduce Maria Cucurachi, insegnante presso il progetto Cas Arci Lecce.

Il 10 maggio è una data simbolica, al cui significato si aggiunge la consapevolezza che allontanare e non educare le persone alla lettura rischia di portare allo stesso risultato che volevano ottenere i nazisti con il rogo nella Opernplatz di Berlino. Secondo l’ultimo rapporto Istat, infatti, negli ultimi sei anni in Italia si sono persi tre milioni e mezzo di lettori e lo scorso anno circa trenta milioni di persone alfabetizzate non hanno letto nemmeno un libro.

Un dato preoccupante che ci deve far riflettere. È fondamentale che l’impegno politico muova il suo interesse verso un innalzamento del livello culturale della popolazione, attraverso investimenti reali per efficaci politiche scolastiche di educazione alla lettura.

A 85 anni di distanza da quell’atto simbolico e materiale di annientamento di culture, Arci Lecce presenta una serata per promuovere la lettura, senza barriere e confini, attraverso la musica jazz, in un viaggio tra le parole di tutto il mondo.

Un appuntamento per celebrare il valore del libro inteso come libera possibilità di espressione di idee e di pensiero, contro ogni censura.

La serata proseguirà con la rassegna “In chiave jazz” che porterà sul palco de La Nuova Ferramenta, a partire dalle 21.30, il noto chitarrista Guido Di Leone, accompagnato da Giampaolo Laurentaci al contrabbasso e Fabio Delle Foglie alla batteria.

X